Intro e storia

 

La storia della lavastoviglie

UNA PICCOLA RIVOLUZIONE DOMESTICA

Per le generazioni nate dopo il boom economico degli anni '60 risulta difficile immaginare un mondo senza acqua corrente, luce elettrica ed elettrodomestici. Spesso ci si dimentica che molti degli strumenti e delle tecnologie che ci rendono la vita più facile e comoda sono una conquista recentissima.

Oggi la lavastoviglie è un elettrodomestico molto utilizzato ed apprezzato dalle famiglie italiane, ma fino a solo cinquanta anni fa per la maggioranza delle persone era un oggetto lontano o sconosciuto. Se ne trovavano alcune solo in grandi centri come i ristoranti o gli ospedali.

In realtà fin dall'Ottocento, con l'avvento della rivoluzione industriale, si era cercato di facilitare con apparecchiature di vario tipo il lavoro umano. La produzione industriale degli elettrodomestici prende il via con il sorgere delle prime aziende di meccanica di precisione.

Ecco che la lavastoviglie viene inventata già nel 1865 in America. Pur trattandosi di uno strumento per molti aspetti rudimentale essa conteneva già tutti i principi e gli elementi di quelle contemporanee. Inizialmente era utilizzata per sbrigare la pulizia delle stoviglie nei transatlantici e negli alberghi di lusso.

La diffusione su larga scala della lavastoviglie si ha solo a partire dagli anni '50. Prima in America e poi anche in Europa, gli elettrodomestici si trasformano da sogni proibiti destinati a pochi a utili strumenti che semplificano la vita di tutti i giorni a milioni di persone.

Negli ultimi anni la tecnologia ha fatto passi da gigante. Oggi le lavastoviglie di ultima generazione sono silenziose, efficienti ed ecocompatibili.

Progettate nei minimi dettagli, sono dotate di tecnologie innovative che garantiscono sempre la migliore distribuzione interna degli spazi, per grandi e piccoli carichi, e il corretto dosaggio di acqua e detersivo, in funzione della quantità di stoviglie da lavare.

 

Introduzione alla Lavastoviglie

La lavastoviglie è un dispositivo idraulico che serve a lavare stoviglie, pentole o altre suppellettili domestiche di piccole dimensioni. Andiamo a conoscere quali sono i principali elementi tecnici che compongono le moderne lavastoviglie:

1. MOTORE ELETTRICO

Spruzza acqua calda sulle stoviglie attraverso una serie di ugelli. Spesso l'acqua viene riscaldata da una resistenza elettrica o in qualche caso da un tubo riscaldato elettricamente.

2. IRRORATORI E GIRANTI

La pompa di carico aspira dal fondo l'acqua riscaldata e la dirige verso gli irroratori, sistemati sotto il cestello inferiore e anche superiore, l'acqua esce dai fori degli irroratori. L'acqua calda viene miscelata ai detersivi mediante appositi dispenser, e questa soluzione viene pompata nei giranti. La forza di pompaggio fa sì che questi entrino in azione, e vengano raggiunti tutti gli oggetti da un tubo riscaldato elettricamente.

3. FILTRO E SCARICO

Il filtro della lavastoviglie trattiene impurità e residui di cibo, la pompa di scarico elimina l'acqua convogliandola nelle condutture.

4. VENTILAZIONE

L'asciugatura avviene o mediante una resistenza elettrica o una ventola che elimina il vapore acqueo, le stoviglie vengono quindi asciugate mediante ventilazione con aria calda.